Quinta stagione alle porte per il  Teatro Delfino, che grazie anche all’entusiasmo del giovane direttore artistico Federico Zanandrea, propone un cartellone che promette davvero molto bene. Un teatro nato in una zona periferica di Milano – il Quartiere Forlanini – che si sta però ritagliando una fetta di pubblico sempre più ampia. Per la stagione 2016-2017 tredici titoli tra spettacoli ed eventi, con commedie, testi contemporanei e classici, appuntamenti musicali e una rassegna di teatro per bambini.

Si parte il 29 ottobre con il debutto nazionale di Intervista confidenziale con Enzo IacchettiLa storia di un ragazzo che voleva volare in alto ma soffriva di vertigini, spettacolo inedito in cui Iacchetti, insieme allo storico collaboratore Giorgio Centamore, ripercorre in modo scanzonato e informale la sua carriera artistica. Un altro debutto il 20 aprile Futbol – Storie di calcio, di e con Luca Ramella, che porta in scena il primo adattamento teatrale dell’omonimo libro di Osvaldo Soriano sulle più grandi storie scritte sul calcio, con protagonisti personaggi come Pelé, Maradona, Platini, Beckenbauer e molti altri.

Nei mesi di febbraio e marzo due prime milanesi: dal 2 febbraio Barbara De Rossi è la protagonista con Francesco Branchetti – anche regista dello spettacolo – de Il Bacio di Ger Thijs, un testo particolarmente introspettivo di uno dei più importanti drammaturghi olandesi contemporanei; dal 9 marzo, invece, Marco Berry propone Mindshock uno spettacolo-dimostrazione, in cui illustra con giochi ed esperimenti la profonda connessione tra mente e tecniche di comunicazione.

A novembre e maggio due produzioni del Teatro Delfino, scritte da Federico Zanandrea: l’11 novembre torna Alveare di Specchi di Simone De Domenico con Federico Zanandrea, sorta di excursus sul teatro dalla tragedia greca fino al teatro dell’assurdo e il 4 maggio  Agony, inedito spettacolo interattivo sempre di De Domenico con Luca Sandri e Federico Zanandrea, che promettono emozioni da brivido per il pubblico in sala.

Il 16 dicembre per il terzo anno consecutivo i ritmi natalizi del il concerto Gospel diretto dal Gianluca Sambataro , che porterà sul palco ben tre cori: OverTwelve SMA, OneSoulGospel Choir e Rejoice Gospel Choir.

Il 12 gennaio, per festeggiare il ventennale della Compagnia, Marina Thovez e Mario Zucca rimettono in scena la commedia Mortimer & Wanda, piccolo cult teatrale datato 2000 lodato dalla critica e con teniture da record.

Dal 1 dicembre torna a Milano anche Anna Mazzamauro  con Nuda e Cruda, one-woman show da lei scritto e diretto e, dal 23 marzo, Diario di una donna diversamente etero, l’adattamento teatrale della rubrica di Vanity Fair Diversamente etero della giornalista e autrice televisiva Giovanna Donini, che ironizza sulle infinite tipologie di donna. Lo spettacolo è interpretato da Annagaia Marchioro e Roberta Lidia De Stefano dirette da Paola Galassi.

Dal 17 novembre Marco Rampoldi porta in scena due classici di Eugène Ionesco, Il re muore e Le sedie, con Grazia Migneco e Nicoletta Ramorino.

Dopo aver rappresentato Casina e Mostellaria la Compagnia Teatrale dell’Università degli Studi di Milano conclude il progetto di Trilogia Plautina con Aulularia , in scena  dal 16 febbraio, con la regia di Claudio Marconi.

Il 19 febbraio  uno evento speciale,  Andy Warhol – L’intervista, intervista-interrogatorio all’artista icona della pop art scritta da Adriano Barone. In scena Alessandro Nicosia diretto da Simone Belli.

A corollario la stagione per ragazzi, che prevede cinque spettacoli: a novembre L’investigatopo- -Il “ratto” di Mademoiselle Camembert a dicembre Canto di Natale, no grazie, a gennaio Il Piccolo Principe e a per finire L’investigatopo – Ladro di croste e Un cuore a colori.

Condividi: