Un abbraccio dolce e al tempo stesso graffiante di due animi artistici apparentemente molto diversi, come quelli di Giorgio Gaber e Georges Brassens.  Il  dialogo tra questi due giganti del teatro canzone e della musica avviene grazie ad Alberto Patrucco e Andrea Mirò, nel recital- spettacolo prodotto da TieffeTeatro Degni di nota_Tra Gaber e Brassens, con la regia di Emilio Russo, in scena a Milano al Teatro Menotti.

Lo spettacolo, scritto da Alberto Patrucco con la collaborazione di Antonio Voceri, è una ripresa di un disco del 2014 Segni (e) particolari Alberto Patrucco e Andrea Miro’ cantano Georges Brassens, che conteneva tredici musiche inedite di George Brassens, tradotte dallo stesso Patrucco in italiano.

Degni di nota si sviluppa come una riflessione tragicomica sull’esistenza, l’amore, il rapporto con le donne, la morte e l’impegno civile, in un magico un punto d’incontro tra le genialità di Gaber e Brassens. L’ironia malinconica di Gaber trova una controparte perfetta nella dolce anarchia verbale di Brassens grazie alla voce calda e sensibile di Andrea Mirò,  molto a suo agio nelle vesti di attrice e all’estro comico di Alberto Patrucco – anche eccellente cantante – che intervalla le esibizioni canore con degli esilaranti monologhi sulle piccole e grandi manie della vita quotidiana.

Uno spettacolo sempre sul filo dell’emozione, ben connessa dall’apporto di tre ottimi musicisti Daniele Caldarini (pianoforte e tastiera), Francesco Gaffuri (contrabasso e basso elettrico), Jacopo Pugliese (batteria e percussioni) .

Tra le ottime performances, sicuramente da ricordare la divertente versione di Se soltanto fosse bella (Si seulement elle etait jolie) e una struggente de Il Testamento (Le Testament) di Brassens e le due canzoni di tragicommedia civile di Gaber ovvero Le elezioni e Il Conformista.

Degni di nota_Tra Gaber e Brassens , già presentato con successo la scorsa stagione, sarà in scena a Milano, al Teatro Menotti, fino al 14 maggio.

 

 

Condividi: