Arriva a Milano al Teatro Nazionale CheBanca! il musical tratto da uno degli memorabili cult cinematografici degli anni ’80. E’ Flashdance Il Musical nella nuova versione teatrale prodotta Stage Entertainment e Full House Entertainment, che  debutterà giovedì 5 ottobre 2017 con repliche fino al 31 dicembre.

Un allestimento completamente inedito, che vede Chiara Noschese impegnata nella traduzione, nell’adattamento e nella regia. Il musical si basa ovviamente sul film diretto da Adrian Lyne nel 1983, scritto da Tom Hedley e Joe Eszterhaz, con protagonista Jennifer Beals nel ruolo di Alex, umile ragazza di Pittsburg – saldatrice di giorno e ballerina in un locale di notte – che lotta per un futuro da danzatrice professionista e nel frattempo trova anche l’amore.  Nello spettacolo in scena al Nazionale, Alex è interpretata da Valeria Belleudi – scelta tra 50 aspiranti – già interprete di Sister Act e Priscilla la Regina del Deserto proveniente dalla fucina di Amici di Maria De Filippi, così come Lorenzo Tognocchi, visto anche in The Blues Legend, che è un Nick Hurley molto  più giovane rispetto al suo predecessore cinematografico, Michael Nouri. Completano il cast Marco Bebbu (coreografo), Angelo Racz (direttore musicale), Gabriele Moreschi (set designer), Francesco Vignati (light designer) e Armando Vertullo (sound designer).

Flashdance è recitato in italiano con le canzoni del musical in  italiano, mentre le storiche hit di Giorgio Moroder What a feeling, Maniac, Manhunt, I love Rock’n Roll Gloria di Tozzi in inglese. Tutto naturalmente immerso nell’indimenticabile atmosfera anni ’80.

“La  scelta del titolo fatta è stata fatta attraverso ricerche di mercato tra gli stessi spettatori – spiega Matteo Forte, amministratore delegato di Stage Italia. Abbiamo proposto titoli commerciali e non particolarmente innovativi, proprio per andare incontro alle difficoltà del teatro stesso in questo momento. La grande soddisfazione di quest’anno è che tutto il team creativo e italiano”.

“Alex è un donna 2.0, assicura Chiara Noschese – una che si protegge per difendersi e a volte diventa aggressiva. Gli anni ’80 sono più attuali che mai. Perché al pubblico fa ancora così sognare questo periodo? Parla Valeria Belleudi: “Forse c’è la voglia di tornare a una certa genuinità di quegli anni, in cui tutto era più semplice”.

Le foto scattate alla conferenza stampa sono di Federico Lamastra

Condividi: