Lunedì 12 febbraio al Teatro Manzoni di Milano, va in scena Gioànn Brera, la pièce di Sabina Negri, dedicata al più grande giornalista sportivo italiano, colui che ha inventato un linguaggio per raccontare il calcio, il ciclismo, l’atletica, cultore di cibi e di vini, di etnie, dialetti, ma anche scrittore irriverente e arguto. Un viaggio ironico alla scoperta di Gianni Brera, celebre firma della Gazzetta dello Sport e di Repubblica, incentrato sulla sua voglia di conoscere, la gioia e la vocazione dello scrivere, il mestiere di giornalista, la grande città e gli umori della provincia.

La pièce, interpretata da Sabina Negri e Bebo Storti, anche in veste di regista, vuole far riemergere la personalità complessa di Brera, inserendo la sua vicenda umana e professionale nella storia italiana del Novecento, riletta attraverso le imprese, i trionfi, i drammi sportivi di Coppi e di Bartali, di Meazza e del Grande Torino. Un racconto fra parole e musiche di Enzo Jannacci eseguite da Luca Garlaschelli (contrabbasso) e Simone Spreafico (chitarra e voce).

La serata dedicata al grande giornalista sarà anche un’occasione per ricordare il suo fraterno amico Gualtiero Marchesi.

Condividi: