Torna Umberto Tozzi e la sua Ti Amo un tour d’eccezione, che segue l’uscita del disco omonimo Quarant’anni che Ti Amo, contenente brani live due inediti e la storica hit, cantata in duetto con Anastacia. Una Ti Amo riadattata per le vocalità blues della cantante statunitense e di grandissimo impatto emotivo. Oltre allo storico brano vincitore del Festivalbar 1977 e campione di vendite (8.000.000 in tutto il mondo) il nuovo disco Quarant’anni che Ti amo (Momy Records/Sony Music) prodotto da Gianluca Tozzi, contiene anche i due inediti Tu per sempre tu e Le parole sono niente, scritto da Eros Ramazzotti, Claudio Guidetti, Kaballà e Francesco Bianconi e naturalmente tutti i più grandi successi del cantautore torinese. Gli stessi titoli che i fan potranno ascoltare al Teatro Dal Verme a Milano il 14 aprile, data di apertura del nuovo world tour. Gloria, Si può dare di più, Gli altri siamo noi, Gente di mare, Dimmi di no, Stella Stai, Donna amante mia oltre ai nuovi brani contenuti nel disco Ma che spettacolo del 2015. Se le date di Milano e Torino (20 aprile Teatro Colosseo) sono già sold out, c’è ancora tempo per riuscire ad accaparrarsi i biglietti per le date italiane e internazionali del lunghissimo Quarant’anni che ti amo tour  (prodotto dalla Concerto Music), che fino a novembre 2017 attraverserà la penisola, l’Europa (con tappe in Spagna, Olanda, Austria, Belgio) e arriverà anche in Canada. Tozzi sarà accompagnato sul palco da Raffaele Chiatti (chitarre), Gianni D’Addese (tastiere), Giambattista Giorgi (basso), Gianni Vancini (sax), Elisa Semprini (violino e Riccardo Roma (batteria).

Lo scorso 28 marzo, Umberto Tozzi ha presentato alla stampa il suo nuovo disco e il tour. Molto disponibile a rispondere a tutte le domande – ha parlato anche della sua recente passione per la pittura (“un tipo di arte che mi mancava a livello creativo”) – Tozzi ha spiegato che negli anni non ha mai voluto cambiare modo di fare musica. “Non penso mai di ribaltare le mie canzoni, perché il pubblico le ha amate così”. Un artista tra i giovani che lo ha colpito? “Nessuno in particolare; i giovani dovrebbero lasciare a casa il computer e confrontarsi di più tra loro. Uno dei pochi che mi emoziona davvero è Tiziano Ferro”.

E a chi gli ricorda che la sua musica ha attraversato davvero tutte le latitudini e gli ambiti , non ultima la citazione di Gloria in una scena clou del film The Wolf of Wall Street con Di Caprio diretto da Scorsese – confessa: “In realtà non ho mai pensato che avrei fatto il cantante. E’ successo, ma mi sono sempre sentito di più un musicista”.

Ed ecco il video della risposta alla domanda che gli ho rivolto: dopo Anastacia ci sono in programma altre collaborazioni eccellenti ?

Ed ecco Umberto Tozzi che si esibisce al piano per il piacere dei giornalisti presenti:

 

Condividi: